PDFStampaE-mail

Recensioni Novità Septicflesh - The Great Mass
 

Septicflesh - The Great Mass Septicflesh - The Great Mass

Septicflesh - The Great Mass

info

Titolo
The Great Mass
Anno
Durata
43 minuti
Nazionalità
Formazione
Seth Siro Anton - Harsh Vocals, Bass
Christos Antoniou - Guitars, Orchestrations
Sotiris Anunnaki V - Guitars, Clean Vocals
Fotis Benardo - Drums
Tracklist
1. The Vampire From Nazareth
2. A Great Mass Of Death
3. Pyramid God
4. Five-pointed Star
5. Oceans Of Grey
6. The Undead Keep Dreaming
7. Rising
8. Apocalypse
9. Mad Architect
10. Therianthropy
Voto
8
Scritta da
Thiess

Tornano a tre anni di distanza - e maestosi più che mai - i greci Septicflesh. Parliamo di un project dedito alla sperimentazione sonora nell’ambito Black/Death, con escursioni all’Avantgarde e alla musica sinfonica in genere. “The Great Mass” è un vero capolavoro a livello di produzione, perfezione sprigionata da competenza tecnica e sontuosità dei suoni. Cambi di tempo repentini, innesti ed intrecci di generi ed attitudini assai diverse, e che rasentano la definizione di vera e propria opera. Passaggi più artistici ed attenti, si alternano ad aggressivi e taglienti assoli ed accelerazioni. Arcaico, moderno, arabeggiante ed epico, il full-lenght si lascia andare a suite prima di essenza primordiale, e poi al passo coi tempi. Potremmo pensare ad un connubio tra ultimi Cradle Of Filth, vecchi e nuovi Therion, tutto amalgamato e sapientemente elaborato. Vera e propria apocalisse che viene rappresentata di fronte ai nostri occhi, tra coralità di fondo, turbinio della ritmica e crescendo che ci entusiasmano letteralmente. Su alcuni punti avvertiamo delle mancanze, date da passaggi a vuoto per eccessiva prevedibilità, ma sono peccati veramente veniali. I Septicflesh allora non vi deluderanno, ancora una volta capaci di coinvolgere e distinguersi dal marasma del Metal che ci circonda. Ci mancano quelle suite più Folk che erano maggiormente presenti nel passato discografico della band. Chiaramente qui andiamo sul gusto personale, e tal mia ultima affermazione è perciò chiaramente opinabile e trascurabile. Tutto sommato gran bell’uscita, niente da aggiungere.

Interviste Correlate

Contattaci
Find us on Facebook
Follow Us