PDFStampaE-mail

Recensioni Mondo Underground Apneica - Apneica
 

Apneica - Apneica Apneica - Apneica

Apneica - Apneica

info

Titolo
Apneica
Anno
Nazionalità
Formazione
Alessandro Seghene - All
Tracklist
1. Disease Contamination
2. Past Vs Present
3. RBMK-1000
4. Acid Angel's Face
5. Unreal Dimension
6. Lethals Human Behaviours
7. Deceit
8. Toxic Atmosphere
9. Suspended In A Floating Dream
10. Our Island Our Cross
Voto
7
Scritta da
Bloody Hansen

La risposta sarda ai Katatonia è una vecchia conoscenza del mio circondario, un ragazzo di nome Alessandro Seghene che in passato suonava metalcore con la band dei Marudowe, ora ha per un momento cambiato strada musicale e solo soletto ha messo in piedi questo progetto che trae ispirazione senza ombra di dubbio (anche) dalla band sopracitata. La scelta più coraggiosa dell'intero progetto è sicuramente quella di presentare 10 tracce strumentali, che non sono nemmeno tanto brevi, e dove a cantare sono praticamente le melodie di chitarra che sorrette da una ritmica molto cupa creano i vari "ritornelli" se volete. Che non ci stanno le liriche non vuol dire che i brani non abbiano un senso, anzi, il nostro alessandro allegato al CD mi ha inviato una lunga biografia con dentro le spiegazioni dei brani. "Disease Contamination" parte sullo stile di "Brave" e "Murder" dei sempre presenti allegri Katatonia e rispecchia pienamente l'immagine dell'album, una zona industriale grigia e desolata vicino ad un lago dove chissà quali povere bestie hanno avuto la sventura di caderci dentro. Anche la seconda traccia "Past Vs Present" ricorda dei momenti di "Brave Murder Day" grazie anche all'uso della batteria che mi ha ricordato lo stile di Jonas Renkse quando al periodo era anche il batterista della band. Terza traccia "RBMK-1000" e il nome di riferimento non cambia, ma stavolta il periodo è quello di "Discouraged Ones". Atmosfere rarefatte aprono la quarta "Acid Angel's Face" seguite da un riff quanto semplice quanto azzeccato, brano che gioca sul binomio angelo/diavolo. A metà strada ecco una mini suite di 7 minuti chiamata "Lethals Human Behaviours" dove letali sono le chitarre angoscianti e interminabili senza una meta precisa, le quali vogliono solo prenderci per mano e farci vedere l'orrore che l'uomo crea con il suo distruttivo comportamento malsano. Con la diretta "Toxic Atmosphere" penso che fino ad ora ci siano state melodie e momenti migliori ma questa mi da più voglia di imbracciare la chitarra e seguire le ritmiche che si susseguono per i veloci due minuti e 28 secondi. A seguire l'arpeggio più bello per la traccia più bella, "Suspended In A Floating Dream" che mi ha ricordato i grandissimi Vanessa Van Basten. Da segnalare per i lettori sardi la chiusura con dedica alla nostra terra di "Our Island Our Cross"! Insomma c'è tanta carne al fuoco in questo progetto, l'unica cosa che per i miei gusti manca è la voce, ma vorrei sottolineare che lo scrivo per puro gusto personale, nonostante quest'ultimo appunto un bel 7 non glielo leva nessuno!

Contattaci
Find us on Facebook
Follow Us