PDFStampaE-mail

Recensioni Remeber The Fallen Venom - Black Metal
 

Venom - Black Metal Venom - Black Metal

Venom - Black Metal

info

Band
Titolo
Black Metal
Etichetta
Genere
Anno
Durata
40 minuti
Nazionalità
Formazione
Conrad "Cronos" Lant - Vocals, Bass
Jeff "Mantas" Dunn - Guitars
Tony "Abaddon" Bray - drums
Tracklist
1. Black Metal
2. To Hell And Back
3. Buried Alive
4. Raise The Dead
5. Teacher's Pet
6. Leave Me In Hell
7. Sacrifice
8. Heaven's On Fire
9. Countess Bathory
10. Don't Burn The Witch
11. At War With Satan (Preview)
Voto
8,5
Scritta da
Psychotron

Black Metal? All'alba degli eighties con quell'etichetta si poteva intendere al massimo Phil Lynott e Jimi Hendrix, i Mayhem stavano ancora prendendo il biberon e i Marduk neanche si erano affacciati nei testicoli di papà. Conrad Lant (Cronos), Tony Bray (Abaddon) e Jeff Dunn (Mantas) invece avevano già sconvolto la Regina con l'oltraggioso "Welcome To Hell", ed esattamente 20 mesi dopo infliggevano ai benpensanti il colpo di grazia con "Black Metal" A quel punto il metallo nero diveniva sinonimo di musica brutale e sguaiata, testi oscuri, satanici, blasfemi, ribelli; a quel punto il metallo nero diventava i Venom. Differenze rispetto al debut? Nessuna; si sarebbe potuto trattare di un'unica fiammeggiante jam session con il diavolo, anche perché di migliorie tecniche nell'esecuzione strumentale da parte dei tre anarco-satanisti neanche a parlarne.... E loro si gloriavano di questo, meno sai suonare più casino fai per farti notare (Kiss e Manowar ne sanno qualcosa, no?). Proprio come "Welcome To Hell", anche "Black Metal" offre una track-list nucleare, fatta di anthems feroci e sbruffoni, musica che se ne fotte; pezzo dopo pezzo, l'intero corpo di songs costituisce un monumento alla distruzione delle regole costituite, alla libertà totale (anche dal buon senso, sei un musicista perché sai suonare uno strumento....). Al rogo le radici blues, l'intellettualismo filosofico del prog, il virtuosismo ed i tecnicismi dei guitar heroes e dei drummer che suonavano le pelli con le mani; una "Raise The Dead" vi seppellirà tutti, e sarà solo l'inizio, perché Satana in persona vi verrà a prendere sulle note di "Leave Me In Hell" per iniziarvi alle atrocità infernali, tra le quali un bel bagno di sangue in compagnia di Erzsébet Báthory ("Countess Bathory"), o una monta animalesca con la vostra lussuriosa prof delle medie ("Teachers Pet"). Il platter si concludeva con un'anticipazione del successivo album in cantiere, l'ambizioso "At War With Satan" che divise in due fans e critica sul conto dei Venom. Anche per "Black Metal" non si contano le infinite ristampe corredate di bonus tracks, tra cui quella della Castle (1992, 9 bonus tracks) della Neat Records (2002, 9 bonus tracks), della Sanctuary (11 bonus tracks + DVD). Un album necessario come la  calcolatrice per un commercialista.

Contattaci
Find us on Facebook
Follow Us