PDFStampaE-mail

Recensioni Mondo Underground Adveniat Hiems - Loki
 

Adveniat Hiems - Loki Adveniat Hiems - Loki

Adveniat Hiems - Loki

info

Titolo
Loki
Etichetta
Anno
Durata
21 Minuti
Nazionalità
Formazione
Ishtar - Vocals, Keyboards
Aganush - Bass, Guitar
Ragno - Drums
Tracklist
1. Iving (Intro)
2. Loki
3. Midgardsorm
4. Fenrir
5. Hel
Voto
7
Scritta da
Thiess

Formatisi nel 2008, i Milanesi Adveniat Hiems si propongono con questo EPp di purissimo Black Metal. L’aggettivo Atmospheric calza a pennello al progetto in essere, suoni ipnotici e mai beceri non travalicano mai la linea della velocità moderata, risultando cupamente estremi e carichi di rancore. In pratica, per inquadrare la proposta, dovreste mescolare il primo disco dei Dimmu Borgir, aggiungere un po’ di Striborg ed un velo di atmosfere di scuola Doom. Vento gelido si infrange su una natura irta di ostacoli, soffia così crudelmente da spegnere ogni velleità d’esistenza, figlio di una corruzione che nasce dal profondo. Non a caso riteniamo che il concept parli proprio di Loki, dio dell’inganno e della perversione. L’aspetto che però viene trattato, a livello di suono ed emozione rilasciata, è forse quello del Dio più infermo e dilaniato, come da punizione infertagli dal dio Odino. Ovviamente è solo una percezione emotiva, figlia di ritmiche opprimenti, suoni soffusi ed un comparto vocale caliginoso e sofferente. Gli stereotipi del genere d’appartenenza non sono rispettati; la personalità di questi ragazzi si sente e trasuda di nordici richiami. Non ritroviamo infatti forzature, le accelerazioni non sono infatti figlie di un batterista dedito all’autocompiacimento. Proposta che ci ricorda un po’ la nebbia che sale, che pian piano e silenziosamente tutto ricopre, particelle bianche che rendono l’ambiente umido e nascosto. I contorni delle cose ci fanno viaggiare con la mente, immaginazione che ha terreno su cui lavorare per scoprirne i più segreti desideri e spasimi. Attendiamo allora una nuova uscita, più corposa e che magari parli delle nostre tradizioni pagane, piuttosto che quelle nordiche. Quest’ultimo non vuole essere un appunto, solo un auspicio per argomenti che appartengano di alla terra di appartenenza, che ha tanto da raccontare. Apprezziamo comunque l’argomento, vista la passione che abbiamo per la mitologia nordica.

Interviste Correlate

Contattaci
Find us on Facebook
Follow Us