PDFStampaE-mail

Recensioni Remeber The Fallen Cro-Mags - Near Death Experience
 

Cro-Mags - Near Death Experience Cro-Mags - Near Death Experience

Cro-Mags - Near Death Experience

info

Titolo
Near Death Experience
Durata
34 minuti
Nazionalità
Formazione
Mackie - Drums
John Joseph Bloodclot - Vocals
A.J. Novello - Guitars
Mike "The Gook" Couls - Bass
Tracklist
1. Say Goodbye To Mother Earth
2. Kali-Yuga
3. War On The Streets
4. Death In The Womb
5. Time I Am
6. Reflections
7. Near Death Experiences
8. The Other Side Of Madness
Voto
7
Scritta da
Psychotron

A volte ti chiedi perché un disco venga ristampato 12 volte da altrettante label diverse.

Ok, qualche bonus track in più, possibilmente una rimasterizzazione decente, ma capita che l'ennesima ristampa sia solo un pretesto per incamerare euri facili. Poi invece arriva la ristampa di un album che dopo la sua prima (ed unica) pubblicazione nel '93 è sparito di circolazione, e già all'epoca aveva pure un suo perché attestandosi come una chiave di volta dall'hardcore al thrash metal, non solo per il gruppo in questione ma anche per un intera scena musicale in pieno fermento. "Near Death Experience", me la ricordo quella copertina hare-krishna che faceva capolino dalle riviste cartacee dell'epoca; me la studiavo con curiosità e attenzione, a digiuno dei Cro-Mags, assai minacciosi e attaccabrighe. Oggi, a distanza di oltre 20 anni, nonostante una produzione (di Harley Flanagan) che risuona un po' scarsina (ma sicuramente hard to the core), e le vocals di John Joseph Bloodclot un po' stenterelle, rimane un album rabbioso e tutto intento a mischiare un rifferama pienamente thrash con un'attitudine ancora debitamente hardcore-punk (stiamo parlando di una band che ha speso parte degli esordi vivendo in edifici abbandonati e scatoloni per strada), percorso che i newyorkesi avevano già intrapreso da tempo, praticamente già dal secondo album "Best Wishes". Il quarto affondo in lidi metal fu così destabilizzante per la band, già tormentata da abbandoni e ritorni di fiamma in senso alla line-up, che portò allo scioglimento, o quantomeno ad uno stato criogenico interrotto solo nel 2000 con "Revenge". Una volta tanto, un gradito (e necessario) rispolvero.

Contattaci
Find us on Facebook
Follow Us