PDFStampaE-mail

Recensioni Remeber The Fallen Damnation Defaced - Slaughter Race
 

Damnation Defaced - Slaughter Race Damnation Defaced - Slaughter Race

Damnation Defaced - Slaughter Race

info

Titolo
Slaughter Race
Durata
17 minuti
Nazionalità
Formazione
Mathias Opitz - Bass
Lucas Katzmann - Drums
Lutz Gudehus - Guitars
Philipp Bischoff - Vocals
Tracklist
1. Warlord
2. Born In Blood
3. Golden Mountain
4. Forsaken
Voto
7,5
Scritta da
Thiess

Selvaggio ed indomito, ecco arrivare un carro portatore di morte. Grondante di sangue, ecco la realtà musicale tedesca che porta il nome di Damnation Defaced.

Con alle spalle un altro EP del 2009 ed un disco del 2010, i ragazzi teutonici sfoderavano le armi a loro disposizione: Death Metal Old School, e gusto per le melodie. I quattro prezzi badano al sodo, ma dimostrano anche di avere interessanti fronzoli acustici e melodici, un sound che per attitudine ci ricorda la scuola Svedese, e nello specifico i primi Amon Amarth, anche se qui il taglio è meno Epico e più legato al genere della morte. Diciassette minuti che ci colpiscono, sia per varietà della proposta che per capacità di attirare l’attenzione, grazie a continui e repentini cambi di tempo. Incalzante, violento ma allo stesso tempo variegato, “Slaughter Race” è interessantissimo antipasto per "The Infernal Tremor", uscito poi nel 2015. Impressiona la facilità con cui i pezzi scivolino via, inerpicandosi però su pendii assai ripidi, dal punto di vista tecnico ed attitudinale. Nonostante la breve durata meritano un più che discreto, poiché l’impatto è davvero notevole.

Contattaci
Find us on Facebook
Follow Us