PDFStampaE-mail

Recensioni Dvd-Bluray AA.VV. - 25 Years Of Wacken - Snapshots, Scraps, Thoughts & Sounds
 

AA.VV. - 25 Years Of Wacken - Snapshots, Scraps, Thoughts & Sounds AA.VV. - 25 Years Of Wacken - Snapshots, Scraps, Thoughts & Sounds

AA.VV. - 25 Years Of Wacken - Snapshots, Scraps, Thoughts & Sounds

info

Band
Titolo
25 Years Of Wacken - Snapshots, Scraps, Thoughts & Sounds
Etichetta
Anno
Durata
180 minuti
Nazionalità
Tracklist
- DVD 1 :
1. Avantasia - Spectres
2. Avantasia - Invoke The Machine
3. Accept - London Leatherboys
4. Accept - Teutonic Terror
5. Saxon - Sacrifice
6. Saxon - The Eagle Has Landed
7. Motorhead - Rock It
8. Motorhead - Lost Woman Blues
9. Apocalytica - Path
10. Apocalyptica - Hall Of The Mountain King
11. Steel Panther - Gloryhole
12. Steel Panther - Death To All But Metal
13. Hammerfall - Bushido
14. Hammerfall - Hearts On Fire
15. Amon Amarth - Deceiver Of The Gods
16. Amon Amarth - Twilight Of The Thunder God
17. Children Of Bodom - Angels Don’t Kill
18. Children Of Bodom - Are You Dead Yet?
19. Emperor - I Am The Black Wizard
20. Emperor - Inno A Satana
21. Devin Townsend Project - Kingdom
22. Devin Townsend Project - Grace
23. Heaven Shall Burn - Endzeit
24. Heaven Shall Burn - Trespassing The Shores Of Your World
25. Hatebreed - Honor Never Dies
26. Carcass - The Granulating Dark Satanic Mills
27. Carcass - Unfit For Human Consumption
28. Kreator - From Flood Into Fire
29. Kreator - Warcurse

- DVD 2:
1. Schandmaul - Vogelfrei
2. Schandmaul - Dein Anblick
3. Saltatio mortis - Wachstum Uber Alles
4. Van Canto - Badaboom
5. J.B.O. - Geh Mer Halt Zu Slayer
6. J.B.O. - Verteidiger Des Blodsinns
7. Santiano - Santiano
8. Santiano - Es Gibt Nur Wasser
9. Knorkator - Arschgesicht
10. Knorkator - Konrad
11. Russkaja - Psycho Traktor
12. August Burns Red - Poor Millionaire
13. August Burns Red - Provision
14. Prong - Revenge...Best Served Cold
15. Prong - Whose Fist Is This Anyway?
16. Mr.Hurley & Die Pulveraffen - Blau Wie Das Meer
Wacken metal battle winners:
17. Convivium - Staring Into Black
18. Evocation - Tin Ling Ling Dei Ling Ling
19. Huldre - Ulvevinter
20. Dirty Shirt - Saraca Inima Me
21. In Mute - The Cage

- DVD 3:
1. Decapitated - Carnival Is Forever
2. Black Star Riders - Kingdom Of The Lost
3. Nailed To Obscurity - Opaque
4. For The Imperium - Northern Rampage
5. Demonic Resurrection - The Unrelenting Search Of Vengeance
6. Neopera - The Marvel Of Chimera
7. Collibus - The Fallen
8. Arthemis - Vortex
9. C.O.P. UK - Body And Soul
10. Torment - Tormentizer
11. Lacrimas Profundere - My Mescaline
12. Beyond The Black - Save Me
13. Sacred Season - Take Me Home
14. The Ocean - Mesopelagic: Into The Uncanny
15. The Vintage Caravan - Cocaine Sally
16. Excrementory Grindfuckers - Is Aber Nich
17. Hamatom - Auge Um Auge
18. Ax ‘n’ Sex - Child Of Mercy
19. Hell - Land Of The Living Dead
20. Starchild - Runner
21. 5th Avenue - Save The Day
22. Fleshgod Apocalypse - Minotaur
23. Nightmare - Forbidden Tribe
24. ICS Vortex - Dogsmacked
25. Masterplan - Crimson Rider
26. A Pale Horse Named Death - Shallow Grave
27. Koldbrann - Totalt Sjelelig Bankerott
28. Onkel Tom - Auf Nach Wacken
Voto
senza voto
Scritta da
Elio F

Nel 2014 il Wacken Open Air Festival, il festival metal ormai più famoso ed imponente al mondo, ha celebrato la sua venticinquesima edizione.

Non è stato facile arrivare a questo punto, se si pensa che tutto è cominciato dall’incontro in un pub di un gruppo di amici nell’Autunno del 1989. Da lì partì l’idea di organizzare un festival metal all’aperto, con la possibilità di campeggio e quant’altro, che nella sua prima edizione del 1990 vide la presenza di 800 spettatori e sei bands. Oggi parliamo di qualcosa come 120 band e di un giro di circa 75.000 biglietti venduti: numeri impressionanti, ai quali si è arrivati anche pagando un caro prezzo in certi casi, con clamorosi flop e con sacrifici non indifferenti, come si racconta nel libriccino di cento pagine allegato a questo triplo DVD. Le celebrazioni del venticinquesimo anniversario si limitano sostanzialmente a questo, perché per il resto nei DVD si dà invece spazio esclusivamente agli show del 2014, che anche per questa edizione hanno visto salire sul palco grossi nomi e non della scena metal attuale. Per la verità, nei DVD manca traccia di alcune delle band più importanti che si sono esibite, come Slayer, Megadeth, W.A.S.P., Skid Row, King Diamond, Arch Enemy, Behemoth e Sodom. Tuttavia, non si può negare che, anche così, resti un prodotto alquanto succulento, che offre la possibilità di vedere ben 78 tracce, eseguite da 58 bands. Nel primo DVD, troviamo alcune tra le band principali, per la maggior parte delle quali sono stati selezionati due brani: si parte dagli Avantasia di Tobias Sammett, passando per Accept, Saxon, Motorhead, Apocalytica, Steel Panther, Hammerfall (tra i più coinvolgenti con il loro show), Amon Amarth, Children Of Bodom, Emperor, Devin Townsend Project, Heaven Shall Burn, Hatebreed, Carcass, fino a giungere ai Kreator. Insomma, ce n’è davvero per tutti i gusti. Nel secondo DVD viene dato ampio spazio a band perlopiù di lingua tedesca, ma ritroviamo anche ad esempio i Prong e gli August Burn Red, mentre l’ultima parte è dedicata alle band che hanno vinto il Wacken Metal Battle. Nel terzo DVD, viene dato spazio invece, ciascuna con una traccia, a diverse altre band: dalla prima giornata, gli Ax ‘n’ Sex (autori di una performance obiettivamente orrenda, ma presenti già alla prima edizione, così come gli Skyline, i Sacred Season e i 5th Avenue); dalla seconda, oltre ai 5th Avenue vengono proposti i Masterplan di Roland Grapow e via via molte altre dalle ultime due giornate. Tra le tante citiamo Decapitated, Lacrimas Profundere, Beyond The Black, The Ocean, le sonorità settantiane dei Vintage Caravan e i Nightmare. Bizzarra e forse per certi versi anche deprecabile, l’esibizione dei Torment, basata praticamente sulla presenza di una motosega, con la quale viene tagliata anche a pezzi la chitarra. Menzione speciale va fatta per la performance delle due band italiane presenti, i Fleshgod Apocalypse e gli Arthemis, senza ombra di dubbio tra le più interessanti e convincenti tra quelle qui presentate. Un’opera monumentale, che potrà in qualche modo dare un assaggio di quello che è successo al Wacken nella scorsa edizione a chi non è stato presente, ma anche un ricordo per chi invece ha vissuto quei momenti di persona.

Contattaci
Find us on Facebook
Follow Us