PDFStampaE-mail

Recensioni Remeber The Fallen Venom - Prime Evil
 

Venom - Prime Evil Venom - Prime Evil

Venom - Prime Evil

info

Band
Titolo
Prime Evil
Anno
Durata
36 minuti
Nazionalità
Formazione
Demolition Man - Bass, Vocals
Mantas - Guitars
Abaddon - Drums
War Machine - Guitars
Tracklist
1. Prime Evil
2. Parasite
3. Blackened Are The Priests
4. Carnivorous
5. Skeletal Dance
6. Megalomania (Black Sabbath cover)
7. Insane
8. Harder Than Ever
9. Into The Fire
10. Skool Daze
Voto
7,5
Scritta da
Psychotron

E c'era un bel po' di curiosità nel sentire il primo album dei Venom senza Cronos.

D'altra parte era rientrato in formazione Mantas, per cui i 2/3 dei Venom erano sempre e comunque garantiti ma, certo, senza il carismatico bassista del combo ultrasatanico (di cartapesta) il sapore pareva non poter essere più lo stesso. Una mancanza piuttosto pesante, senza ombra di dubbio, d'altra parte vanno dette due cose: 1) il materiale è sostanzialmente in linea col precedente "Calm Before The Storm", anche se quella visione metal punk viene qui amplitata in direzione di un heavy metal più ricco e corposo; 2) Tony Dolan, aka Demolition Man, è un signor sostituto che si fa valere sia come singer che come bassista (e far rimpiangere la caratura tecnica di Cronos non era impresa esattamente proibitiva; eventualmente sul carisma si può discutere....). "Prime Evil" è un ottimo lavoro, malgrado il dispiacere che un fan dei Venom possa legittimamente provare per avere la sua creatura monca; un album nero e feroce, sebbene meno crudo quanto le primissime prove della band. Le songs trasudano malignità e profondità, assieme ad una voglia di spaccare tutto che in questa band non è venuta mai meno, nonostante gli anni ed i vari cataclismi in sede di line up. Songs sparatissime ("Parasite", "Carnivorous", "Skeletal Dance", "Insane") si alternano ad altre più di atmosfera, spesso culminanti in chorus sfregianti e ferali. Difficile non esaltarsi al cospetto di tanto ben di Satana, un disco che si fatica a contenere tra le seconde linee della produzione venomiana, anche se certo il blasone di "Welcome To Hell" e "Black Metal" è e rimane enorme.

Contattaci
Find us on Facebook
Follow Us