Recensioni

PDFStampaE-mail

Recensioni Mondo Underground Hatred Progeny - Index
 

Hatred Progeny - Index Hatred Progeny - Index

Hatred Progeny - Index

info

Titolo
Index
Anno
Durata
16 Minuti
Nazionalità
Formazione
Matteo - Vocals
Francesco - Guitar
Andrej - Drums
Andrea - Guitar
Tracklist
1. Ungated Heaven
2. Hatred Progeny
3. Blood Of The Sinner
4. Bewilderment
Voto
8
Scritta da
Thiess

Gli Hatred Progeny si formano nel 2006 e dopo due anni arrivano al loro primo Demo, figlio di un sound marcatamente Death Metal. Tra cupe atmosfere di Old School ecco intravedere riflessi dal sapore Melodic che non stonano affatto nel prodotto presentato. La voce rientra a pieno tra i noveri del genere più brutale e violento, mentre le chitarre ed alcune suite si lasciano apprezzare per melodia e qualità. Un’unione coraggiosa la loro, perché potrebbe non essere apprezzata dagli estremisti e true-metallers del genere di appartenenza. Questo però, ai fini del giudizio, ci interessa ben poco, perché non ci sentiamo di condannare l’elasticità mentale e l’attitudine di questi ragazzi. Non chiedeteci dove inizi un’influenza o dove finisca un’altra, è come se due colori si fossero uniti per crearne uno nuovo e brillante. Niente è lasciato al caso, nulla è forzatamente inserito o rilasciato, un naturale gesto tecnico che sa di corsa veemente. I frammenti di suolo si alzano da terra, ma non vi è una becera andatura, tutto è consapevole e voluto. I punti sfiorati e toccati, la direzione e l’obbiettivo sono sempre cristallini negli occhi di questa creatura. Le vibrazioni partono dal terreno e divampano verso il cielo come fiamma di emozioni brucianti, suoni roboanti e muscolari, ritmiche coinvolgenti e chitarre taglienti, sono una favolosa costante di ogni singola traccia. Tanta tecnica, cambi di tempo, gusto per le ambientazioni e “andature” che tanto ci ricordano i gloriosi anni del Death Metal. Bravi ragazzi, avanti così!

Interviste Correlate

Contattaci
Find us on Facebook
Follow Us