Recensioni

PDFStampaE-mail

Recensioni Mondo Underground Storm {O} - Demo EP 2007
 

Storm {O} - Demo EP 2007 Storm {O}  - Demo EP 2007

Storm {O}  - Demo EP 2007

info

Titolo
Demo EP 2007
Anno
Durata
15 minuti
Nazionalità
Formazione
Luca - screams, voices
Federico - bass
Giacomo - guitars, voices
Simone - drums
Tracklist
1. Disfonia
2. Inconsiderata Putrefazione
3. Abbandono La Mia Volontà
4. Quando Non Ci Sei
5. Al Punto Di Non Ritorno
Voto
6,5
Scritta da
Il Francese 899

Mai seguire lo schema intro-strofa-prechorus-chorus!!! Questo sembrano ostentare gli italianissimi Storm {O} nel loro primo EP che risale al 2007 e che Stereo Invaders vi ripropone dopo un'attenta spolverata (due annetti non è molto dai). Loro vengono da Feltre, Belluno, si muovono sul pentagramma come un robot impazzito e programmato per uccidere, amano sbalordire inzuppando la loro musica di stacchi che riprendono vari stili differenti accozzandoli con un certo gusto anche se discutibile. La voce (o le voci) sembra come sovraincisa e molto di gola, come un gracchiare di uccelli affamati che attendono di ridurre in carcassa qualche povero disgraziato perso in qualche landa desolata e deserta, e questa analisi non vuole certo essere negativa dato che il nome del gruppo può intendersi come Stormo (di corvacci?) e le due parentesi assomigliano molto alle ali dei bipedi; quale sia il significato del monicker della band chi lo sa, cosa certa è che vogliono demolire ed annichilire tutto ciò che passa sulla loro strada. Influenzati dai Converge e Dillinger Escape Plan come da loro ammesso, e con qualche zibibbo di Atheist qua e là, i nostri sanno come distruggere e stuprare i loro poveri strumenti, evidenziando dissonanze e scale sempre fuori tonalità creando cacofonia sonora piacevole e ben strutturata. Certo che in cinque songs la miscela scagliata in faccia a tutta potenza scivola via liscia, ma sulla prova a lunga distanza l'alchimia potrebbe forse stancare un po' se non si ricercano soluzioni che vanno a parare da qualche parte, inteso come un ritornello o un attimo più orecchiabile. Preparati e giovanissimi gli Storm {O}, nonostante soli cinque pezzi (nel 2007), hanno già scorrazzato in giro per l'Europa bruciando palchi (e casse) e li si ritrovano in svariate compilation tutte nostrane. Pregio del gruppo sono le ottime dissonanze per le successioni disarmoniche delle note musicali e un songwriting del tutto impazzito come un tosaerba sfuggito al nostro vicino, difetto maggiore riscontrabile forse la scelta della voce che non dà mai tregua infettando il platter, ma in fin dei conti l'obiettivo primario del combo è quello di attanagliare alla gola senza lasciar fuoriuscire un rantolo di sana e pacata armonia. Della serie “odiate le scale pentatoniche abusate in cinquant'anni di rock n' roll?“ Se la risposta è affermativa ne avrete di pane per i vostri dentacci all'interno di questa demo.

Contattaci
Find us on Facebook
Follow Us